31 MAGGIO 2018: GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO

Ogni anno, il 31 maggio, l'OMS celebra il World No-Tobacco Day (WNTD) evidenziando i rischi associati all'uso del tabacco, e sostenendo politiche efficaci per ridurne il consumo.
Il tema di quest’anno sarà: "Tabacco e malattie cardiache", con numerose iniziative a livello internazionale, nazionale e locale volte ad aumentare la consapevolezza sul legame tra tabacco e malattie cardiovascolari (CVD) che costituiscono una delle principali cause di morte nel mondo.

Tra i temi proposti rientrano anche, naturalmente, le azioni e le misure attuabili volte a ridurre i rischi per la salute del cuore dovuti al tabacco.

L'uso del tabacco è un importante fattore di rischio per lo sviluppo di malattie coronariche, ictus e malattie vascolari periferiche ma, nonostante i noti danni del tabacco alla salute del cuore e la disponibilità di soluzioni per ridurre la morte e le malattie correlate, la consapevolezza tra la popolazione che il tabacco sia una delle principali cause di CVD è bassa.

Le malattie cardiovascolari (CVD) uccidono più persone di qualsiasi altra causa di morte in tutto il mondo, e l'uso di tabacco e l'esposizione al fumo passivo contribuiscono a circa il 12% di tutte le morti per malattie cardiache.

L'uso del tabacco è la seconda causa principale di CVD, dopo l'ipertensione.

Al tabacco si possono correlare più di 7 milioni di decessi ogni anno, di cui quasi 900.000 sono i non fumatori che muoiono di respirare fumo passivo. Quasi l'80% degli oltre 1 miliardo di fumatori in tutto il mondo vive in paesi a basso e medio reddito, dove il peso delle malattie e della morte legate al tabacco è più pesante.
Le misure proposte dall’OMS (programma “MPOWER”) includono:
· Monitorare l'uso del tabacco e le politiche di prevenzione;
· Proteggere le persone dall'esposizione al fumo di tabacco rendendo i luoghi pubblici al chiuso, i luoghi di lavoro e trasporti pubblici completamente liberi dal fumo
· Offrire contributi per smettere di fumare (sostegno alla copertura dei costi, counseling gratuito);
· Warn (avvertimenti) sui pericoli del tabacco mediante l’utilizzo di pacchetti neutri e standardizzati, immagini, campagne mediatiche anti-tabacco.
· Enforce (imporre) divieti completi sulla pubblicità, la promozione e la sponsorizzazione del tabacco
· Raise (aumentare) la tassazione sui prodotti del tabacco.

Per maggiori informazioni:
World Health Organization
Portale Salute.gov
Lega tumori Bologna

I commenti sono chiusi