CITISINA: UN NUOVO STUDIO NE EVIDENZIA L’UTILITA’ NEI PROGRAMMI NAZIONALI PER LA SMOKING CESSATION

Un decennio dopo la Convenzione quadro sul controllo del tabacco (FCTC), la prevalenza del fumo tra gli adulti in Europa è ancora elevata, circa il 28%.  Sono disponibili prove di buona qualità sull'efficacia e sul  apporto costo-efficacia degli interventi  e dei servizi per smettere di fumare.  Non è ancora chiaro, tuttavia, se una eventuale  riorganizzazione degli interventi , con l'obiettivo di conseguire risparmi di efficienza o migliorarne la portata, possa offrire un migliore ritorno degli investimenti. L'aumento dei servizi di disassuefazione dal fumo e/o l'inclusione di farmaci nuovi ma efficaci (ad es. Citisina) potrebbero fornire vantaggi significativi per la salute e l'economia. Tuttavia, la portata di tali benefici è attualmente sconosciuta. Pertanto, lo scopo di questo studio era di valutare l'efficacia in termini di costi, dal punto di vista dell'assistenza sanitaria, di cambiamenti fattibili a livello nazionale nella cessazione dell'abitudine al fumo nei Paesi Bassi e in Inghilterra.  Lo studio ha evidenziato come i servizi offerti a coloro che intendono  smettere di fumare, nei Paesi Bassi e in Inghilterra, possano migliorare in efficacia e riduzione dei costi grazie all’inclusione della Citisina, aumentando anche l’effetto dei consigli medici, messaggi testuali e terapie di gruppo.

Per maggiori informazioni: PublMed.gov

I commenti sono chiusi